•  
  •  
  •  
  •  
  •  

Siamo arrivati a un livello sia tecnologico che tecnico avanzatissimo, le possibilità che abbiamo con gli ultimi software 3d sono illimitate. La qualità fotorealistica è alla portata di tutti, con un investimento minimo di software e hardware possiamo realizzare rese che fino a pochi anni fa erano possibili solo a grandi studi di produzione.

Quando si parla di un bel render, non basta solo sviluppare il lato tecnico della scena, dei materiali e delle illuminazioni. Ciò che fa veramente la differenza, ciò che rende un opera unica, è saper trasmettere una sensazione e creare una storia che faccia emozionare lo spettatore.

La terza dimensione non basta più, si deve andare oltre, entrando nella percezione dell’opera e comunicarla, emozionando lo spettatore e facendolo vivere in quel mondo virtuale che non esiste.

Questo ed altri saranno i temi affrontati a Milano nella settima edizione del corso ARCHVIZ 6DAYS Full-Immersion, un corso di modellazione 3d e rendering fotorealistico dedicato a chi opera nei settori architettura & design (ma non solo), e concentrato su 2 applicazioni: Cinema4D e VrayforC4D.

Per iscriversi al corso:

Per info e iscrizione:
visitate il sito: http://www.angeloferretti.com/corso/
o scrivete una mail a: info@angeloferretti.com

Vi condivido delle rese di Tianyi Zhu che secondo me hanno colto a pieno questo concetto che ho definito, ottimo esempio di “3D Experential”

VRay_TianyiZhu-3dart

VRay_TianyiZhu-3dartist

Articolo a cura di Emanuele Serra

Article Comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: